Lista delle sezioni presenti in questa pagina:

Musei Civici di Arte Antica
Comune di Ferrara

Un codice e un video per (ri)scoprire Schifanoia


 

salta il menu di servizio e vai al motore di ricerca
 

salta il motore di ricerca e vai al menu dei servizi
Musei di Arte Antica
 

sei in: Musei di Arte Antica e Museo della Cattedrale > Attività > Eventi > Eventi 2016 > Un codice e un video per (ri)scoprire Schifanoia
salta i contenuti e vai al sommario
Un codice e un video per (ri)scoprire Schifanoia

Qr Code a SchifanoiaUna piccola anticipazione di quello che sarà Palazzo Schifanoia al termine lavori di restauro: un nuovo museo, con un percorso espositivo pienamente accessibile, più razionale e capace di raccontare le bellezze che custodisce.
 
Nell’attesa dei restauri che restituiranno l’interezza dell’antica delizia ai cittadini e ai turisti, i Musei di Arte Antica presentano due innovazioni di rilievo. A partire da martedì 23 dicembre 2015, infatti, i visitatori potranno avvalersi dell’uso di QR Code e di un nuovo video multimediale per meglio interagire con il capolavoro voluto da Borso d’Este.
 
L’uso di QR Code – abbreviazione di Quick Response Code, vale a dire quei crittogrammi solitamente destinati a essere letti tramite un telefono cellulare o un tablet – è sempre più diffuso negli spazi museali di tutto il mondo. Da oggi, anche il Salone dei Mesi e la Sala delle Virtù potranno essere “letti” attraverso questo strumento: 15 codici consentiranno di riscoprirne la storia, lo stile e l’iconografia rendendo più completa, coinvolgente e approfondita l’esperienza di visita. Basterà uno smartphone connesso ad internet e i Mesi dipinti, tra gli altri, da Francesco Cossa o Ercole de’ Roberti non avranno più segreti.
 
Arricchisce il percorso museale il video Palazzo Schifanoia. Metamorfosi di una “delizia” degli Estensi, un viaggio attraverso gli otto secoli di storia dell’edificio che gli Este elessero a loro dimora di svago, di governo e di vita quotidiana. Avvalendosi delle più avanzate tecnologie in materia di modellazione 3D, il video ricostruisce tutte le fasi costruttive che caratterizzano la storia del Palazzo, l’ascesa e lo splendore durante il Quattro e Cinquecento, la rovinosa caduta nel Sette e Ottocento e la definitiva rinascita alla fine nel 1898, quando l’antica delizia fu adibita a Museo Civico. Il prodotto multimediale nasce dalla collaborazione tra i Musei Civici di Arte Antica, il Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara e l’Istituto di Studi Rinascimentali, grazie al coordinamento scientifico di Manuela Incerti, alla modellazione 3d e all’animazione di Dario Arnone e Stefania Iurilli che hanno dato forma alle istanze nate dal gruppo di ricerca formato, oltre che dalle stesse Incerti e Iurilli, da Angelo Andreotti, Marco Bertozzi e Giovanni Sassu.
 
 
torna al sommario


 
torna al sommario

codice XHTML 1.0 valido!codice XHTML 1.0 valido! icona livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0